anni

50 anni, una storia di fiducia

Su iniziativa di un gruppo d'investitori vicini alle attività acquicole e desiderosi di sfruttare un procedimento attuato negli Stati Uniti, il bacino di allevamento di Gatteville viene inaugurato per rispondere alla penuria di larve di ostriche piatte.

gli anni 1970

Nel 1973 la stampa locale parla all'unanimità di "svolta storica" nel campo dell'ostricoltura.

PRIMI IMPIANTI A GATTEVILLE

La Société Atlantique de Mariculture inaugura il suo primo sito in una ex salina di 5 ettari, a Gatteville-Phare (50 - MANICA). Il luogo è stato scelto soprattutto per la sua vicinanza al Raz, che rende possibile il pompaggio di un'acqua di ottima qualità per alimentare i bacini coperti. La squadra iniziale è composta da appena 5 persone, che devono lavorare senza acqua né elettricità e senza telefono.

UN TIMIDO INIZIO

Fra le prime prove di produzione poco convincenti, alcuni difetti delle installazioni dovuti al poco rodaggio e lo sguardo scettico di una parte degli ostricoltori che temevano la fragilità delle larve nate in bacino d'allevamento, la partenza dell'attività si rivela non semplice. Fortunatamente, altri professionisti vi scorgono un indubbio interesse per la filiera.

VONGOLA GIAPPONESE

L’ingegnere-agronomo Yves Le Borgne, 25 anni, è stato scelto dal primo circolo di azionisti come responsabile della SATMAR, sia per la sua vocazione per la ricerca scientifica sui molluschi che per le sue competenze nel risolvere qualsiasi tipo di problema tecnico. Lo stesso anno, scopre l'esistenza della vongola giapponese.

IMPIANTO ALL'ILE-TUDY

SATMAR introduce le prime vongole giapponesi all’île Tudy (29 - FINISTERE), in collaborazione con il Centro Nazionale francese per lo Sfruttamento degli Oceani (CNEXO). Questa specie, la cui riproduzione va da maggio a ottobre (contro luglio-agosto della vongola francese), presenta l'ulteriore vantaggio di crescere più rapidamente. L’ITSM, precursore dell’Ifremer (Istituto francese per lo sfruttamento del mare) autorizza l'importazione e l'esportazione di genitori. I primi tentativi vanno immediatamente a buon fine.

ALLERTA TEMPESTA

Il sito di Gatteville subisce la più grossa tempesta della sua storia. La metà della duna viene portata via. Gli impianti elettrici e di pompaggio sono sommersi. I danni economici sono ingenti.

Nuove produzioni, nuovi impianti, SATMAR s'impegna a diversificarsi nel corso del decennio.

gli anni 1980

ANCORA UNA VOLTA ALL'AVANGUARDIA…

La Société Atlantique de Mariculture inventa la venericoltura, ramo della mitilicoltura dedicato all'allevamento delle vongole. Il successo di quest'attività è immediato, soprattutto grazie alla scoperta da parte di Jean-François Toulorge dell'efficacia delle reti per gli ulivi nel proteggere le vongole dai predatori. Infatti tengono a distanza i granchi permettendo al contempo alle vongole di respirare, grazie alle loro maglie larghe. Questa tecnica è utilizzata ancora oggi.

CREAZIONE DEL SITO DI MARENNES

Sito di produzione dedicato alla larva delle vongole e delle ostriche.

DEI CAMPI DI VONGOLE A CHAUSEY!

In seguito all'insorgere della malattia dell'anello bruno nei siti dell’île Tudy e di Landéda, viene presa la decisione di allontanare gli allevamenti di vongole dagli estuari. SATMAR ottiene diverse concessioni sulle isole Chausey, a 1 ora di navigazione da Granville, e mette a punto una tecnica d'allavamento unica : la larva viene seminata sotto la sabbia per mezzo di trattori per essere poi "raccolta" due anni dopo. In parallelo vengono intrapresi studi scientifici per comprendere ed evitare le malattie.

CREAZIONE DEL SITO DI SAINT PHILIBERT

Sito dedicato alla purificazione e alla condizionatura delle vongole prima della spedizione.

Dopo la Manica e l'Atlantico, SATMAR si stabilisce nel Mediterraneo, nel sito di Leucate (11 - AUDE). Una scelta strategica per mettere maggiormente al sicuro la produzione e premunirsi contro gli imprevisti del clima e delle epizoozie.

gli anni 1990

NON LATTIGINOSE

SATMAR mette a punto le prime ostriche triploidi europee. Quest ostriche, rese sterili grazie all'aggiunta di un cromosoma naturale (senza manipolazione genetica) e, di conseguenza, senza latte, esaudiscono il più grande sogno dei cultori: poter essere consumate in ogni stagione. Un brevetto per delle "ostriche 4 stagioni" è stato depositato presso l'Istituto nazionale francese per la protezione industriale (INPI). L'iniziale scetticismo è stato sostituito dall'entusiasmo degli ostricoltori, poiché grazie alle triploidi ormai l'estate non è più una stagione morta.

CREAZIONE DEL SITO DI BOUIN

Vivaio ittico che beneficia di acque sotterranee ricche di sali minerali che favoriscono lo sviluppo delle larve.

INGRASSO

SATMAR lancia la produzione di ostriche di 18 mesi nel suo sito di Landeda (29 - FINISTERE), che beneficia di acque fredde e ricche di nutienti, favorevoli alla crescita delle ostriche. Questo prodotto è apprezzato dagli ostricoltori. Commerciabile dopo appena un anno, costituisce un'importante parte complementare della loro attività. Anche grazie alle ostriche di 18 mesi alcuni ostricoltori hanno fatto il percorso inverso e si sono convertiti all'acquisto di larve d'allevamento.

IL PICCOLO BACINO D'ALLEVAMENTO CRESCE…

In quell'anno la SATMAR aveva 35 dipendenti.

CREAZIONE DEL SITO DI LEUCATE

Creazione del secondo bacino d'allevamento complementare a quello di Gatteville. L'obiettivo era di mettere al sicuro la produzione (distanza di 1000 km).

Desiderosa di accompagnare i suoi clienti ostricoltori e di rispondere a tutte le loro necessità, SATMAR propone un catalogo completo di larve, preingrasso e ingrasso.

gli anni 2000

CREAZIONE DEL SITO DI LANDEDA

Centro di produzione delle ostriche di 18 mesi.

GIARDINIERI DEL MARE

SATMAR si dedica totalmente all'ostricoltura acquisendo la società JANSENS di Saint-Vaast-la-Hougue e commercializzando la sua gamma completa di ostriche, raffinate e speciali, con il marchio Les jardins ostréicoles de Tatihou. L'obiettivo di questa acquisizione è di seguire la produzione dalla A alla Z.

CREAZIONE DEL SITO DI LESTRE

Sito dedicato alla spedizione e al pre-ingrasso delle ostriche.

CREAZIONE DEL SITO DELL’ÎLE TUDY

Ritorno all'île Tudy dove all'inizio degli anni Settanta le prime vongole giapponesi furono seminate nello stagno di Kemor.

SATMAR continua a crescere privilegiando dei siti dalle straordinarie qualità ecologiche, che favoriscono le condizioni naturali di allevamento delle ostriche. I suoi impianti di Gatteville, Lestre, Leucate e Marennes sono certificati AB, Agricoltura Biologica.

gli anni 2010

Tre siti certificati "Agricoltura biologica".

TRASMISSIONE

I Signori Goelet, ultimi rappresentanti dei fondatori della prima ora, trasmettono la loro azienda ai nipoti. Olav Goelet, succedendo a suo nonno, assume con passione la presidenza dell'azienda nel 2018.

I GIARDINI DEL MARE S'INGRANDISCONO

I giardini ostreari di Tatihou raddoppiano la loro superficie con l'acquisizioe della SCEA Lepoitevin.

INGRASSO x 2

A Plougrescant (22), intorno ai parchi dell’Île d’Er, sulla costa di granito rosa, SATMAR si dota di un nuovo sito d'ingrasso che le permette di raddoppiare la sua produzione.

Pur continuando a portare avanti il suo sviluppo e consolidando le sue strutture d'allevamento, la SATMAR ha avviato una riflessione per far fronte alle conseguenze del riscaldamento climatico: comparsa di nuovi patogeni, di predatori, innalzamento del livello del mare, alterazione del ciclo del fitoplancton; e tutto ciò in un mondo dove l'energia a buon mercato diverrà cosa rara. La riflessione prosegue...

gli anni 2020

QUALCOSA DI NUOVO A BOUIN (85 - VANDEA)

Entrata in servizio di due nuovi vivai ittici.

Ricerca e sviluppo

Significativo incremento del reparto ricerca e sviluppo.